News

Ladyhawke: quel film girato nel mezzo delle meraviglie abruzzesi e candidato al premio Oscar del 1986

Ladyhawke: non tutti sanno che molte scene del film sono state girate nel mezzo delle meraviglie abruzzesi. In particolare spesso viene esaltato il castello di Calascio

Ladyhawke è un film che fu girato nell’ormai lontano 1985 e diretto da Richard Donner. I protagonisti del film furono Matthew Broderick, Rutger Hauer e  Michelle Pfeiffer.

Non tutti sanno che il film è stato ambientato in lungo e in largo in Abruzzo. Infatti la località da cui Philippe evade è l’Aquila e il vescovo è quello della città. Tuttavia i produttori , affinché il film assumesse dei richiami Francofoni, cambiarono il nome dell’Aquila in Anguillon.

awke2

Il film è stato girato quasi del tutto in Italia e le località che vengono mostrate sono, Cremona, Parma, Piacenza, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga,, Pereto, Campo Imperatore (dove il falco viene ferito),  passo Giau e il Piccolo Lago di Antorno che è situato nei pressi del lago della Misurina nelle Dolomiti.

Il Rifugio del monaco è la Rocca di Calascio , scenografia appositamente con l’aggiunta di corone alle torri.

La veduta esterna in lontananza del borgo di Anguillon, in realtà è quella di Castel del Monte. Per intenderci, a pochi Km da Rocca di Calascio.

Il film vanta di una candidatura agli Oscar del 1986 come miglior sonoro (Best Sound) e miglior montaggio sonoro (Best Effects-Sound Effects Editing), senza vincere però alcun premio.

Ladyhawke che invece ha vinto il Saturn Award dell’Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films per i migliori costumi, e come miglior film Fantasy. Oltre a tutto questo stato anche candidato al Premio Hugo come Best Drammatic Presentation e per il Young Artist Awards come Best FamilyMotion Picture-Adventure.

assa

Questa foto che vedete, scattata da Mauro Pagliai, è di Rocca Calascio uno dei set del film di Ladyhawke. Calascio è un famoso comune del comprensorio aquilano del Gran Sasso che dagli anni 80 viene utilizzato come set di ambientazione di molti film.

Il Castello domina la Valle del Tirino e la piana di Navelli , a poca distanza dalla Piana di Campo Imperatore. In passato, il castello, veniva utilizzato come punto strategico di osservazione militare in comunicazione con altre torri e castelli vicini.

Nel 1703 venne danneggiato dal Terremoto, ed è stato poi soggetto ad una serie di restauri conservativi avvenuti prima nel 1986, poi nel 1989.

Una meraviglia nel cuore dell’Abruzzo.