News

La neve e il suo silenzio ai tempi del Coronavirus

In un Inverno praticamente anonimo, mai così tanta neve dall'inizio della stagione fredda; la neve e il suo silenzio ai tempi del coronavirus

Fino a poco tempo fa non avremmo mai potuto immaginare che una emergenza simile potesse colpire proprio noi, il nostro Paese, le nostre cose, i nostri effetti più cari, causando tanta paura e disperazione nelle persone.

Fino a poco più di un mese fa eravamo tutti alla ricerca della neve aspettando anche in modo ansioso l’arrivo dell’inverno, quello vero, quello che potesse garantirci di poter affrontare anche e solo una passeggiata tra la dama bianca delle nostre montagne.

neve
Roccacaramanico

Ora è arrivata, seppure in ritardo, candida e silenziosa come sempre. Probabilmente il paesaggio non è mai stato così bello, in questo scialbo inverno, come in queste giornate di fine marzo.

E’ bello poter pensare che la neve sia venuta a tenerci compagnia in queste giornate di isolamento o quarantena forzate, dove rimanere a casa è necessario, anche se tutti avremmo voglia uscire.

Torneranno tempi migliori, torneranno quelle giornate più fredde e nevose che abbiamo atteso per tutta la stagione e che ci permetteranno di tornare a sorridere e divertirci.

Magari tutto questo sarà anche il principio di una nuova trasformazione che permetterà di riscoprire alcuni affetti sociali, purtroppo scomparsi con l’avvento dei social network.

Per ora non ci resta che attendere tempi migliori, augurandoci che tutto questo passi il più in fretta possibile. Ora la neve possiamo ammirarla più che mai dalle nostre webcam, gli occhi fissi delle nostre montagne e recarci in mezzo alla neve con l’immaginazione.

Meglio di niente…