News

Fridays for future: studenti in sciopero, 160 piazze piene

Studenti in 160 piazze Italiane per la manifestazione contro i cambiamenti climatici

Terza puntata del Fridays For Future che si appresta a divenire il più partecipato di sempre. Studenti in sciopero contro i cambiamenti climatici in 160 piazze italiane.

4 anni dopo la firma dell’Accordo di Parigi, le promesse che ci sono state fatte devono ancora trasformarsi in azioni. Dobbiamo accelerare la transizione verso un’Italia a 0 emissioni. L’obiettivo è farcela entro il 2030, ma la strada sembra ancora lunga e tortuosa, vista l’indifferenza della politica nei confronti della crisi climatica.

Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulitameno plastica nei nostri oceanipiù energia da fonti rinnovabiliun futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il clima!

A Settembre faremo appello per una politica climatica più ambiziosa a livello globaleeuropeo e nazionale.  Gli scienziati sottolineano che l’aumento della temperatura media globale non deve superare un massimo di 1,5°C rispetto all’era pre-industriale al fine di evitare disastri naturali senza precedenti.

Insieme a centinaia di paesi in tutto il mondo, organizzeremo la Climate Action Week dal 20 al 27 Settembre, ovvero una intera settimana di mobilitazione per portare il tema della crisi climatica al centro dell’attenzione. A conclusione di questa settimana, il 27 Settembre, organizzeremo il 3° Global Strike For Future, durante il quale riempiremo tutte le piazze italiane per ribadire a gran voce le nostre istanze.

Un gran numero di paesi e organizzazioni già richiedono misure senza precedenti, in modo che questo limite possa essere rispettato. Ovviamente, l’intera transizione deve essere socialmente giusta, su misura per tutte le persone. Scendiamo in piazza per la giustizia climatica, in Italia e nel mondo.

Sarà un evento storico, un evento per studenti e professori, un evento per famiglie, un evento pacifico e non violento. Saremo tutti uniti per il clima!

A Roma, ad esempio, sono già in migliaia e da questa mattina i ragazzi continuano ad affollare la metropolitana verso le piazze.