News

Forti venti e nevicate tra Abruzzo e Molise, ecco gli effetti dell’irruzione fredda

L'irruzione fredda dai Balcani ha portato deboli nevicate su Abruzzo e Molise tra stanotte e le primissime ore della mattinata odierna.

I forti venti che da ieri pomeriggio stanno bersagliando parte della nostra Penisola, sono collegati all’irruzione d’aria fredda che dalla Penisola balcanica sta interessando, ormai da diverse ore, l’Italia centro-meridionale. Le temperature si sono abbassate di diversi gradi soprattutto nel corso della notte, dopo il passaggio del fronte freddo che ha scatenato diffusa instabilità soprattutto all’estremo Sud e su parte del versante Adriatico centrale e meridionale. Al Nord e sul settore tirrenico condizioni di tempo stabile, con clima mite nella giornata di ieri ma forti venti settentrionali che si sono progressivamente rinforzati soprattutto nella seconda parte della giornata.

Stamane, infatti, si respira un’altra aria; i venti da nord hanno prodotto non solo il ritorno di deboli nevicate soprattutto nelle zone interne di Abruzzo e Molise (ma anche sull’Appennino meridionale, come vedremo), ma hanno anche determinato un deciso abbassamento delle temperature, tant’è che in diverse località la colonnina di mercurio si è portata prossima alla soglia dello 0°C (Ovindoli -1,6°C, Rocca di Cambio -0,8°C, Rocca Calacio -2,2°C, Rocca di Mezzo -0,7°C). I fenomeni nevosi delle ultime ore hanno interessato più direttamente soprattutto l’area del Gran Sasso e quella della Majella, com’era nelle previsioni. Nelle prossime ore la situazione tenderà progressivamente a migliorare, con fenomeni in graduale cessazione e ritorno a condizioni di cielo per lo più sereno o poco nuvoloso, specialmente a partire dal pomeriggio.

IMG_3568
Neve e forti venti sulla strada che da Roccarso conduce all’Aremogna