News

Caldo storico sulle Alpi, intanto Pezza si sveglia con +1.5°C

Crollano tutti i precedenti record di caldo sulle Alpi. Alla Piana di Pezza nella notte +1.5°C

Grande caldo in queste ore sulle nostre regioni e in particolare in quelle del centro nord Italia, dove nella giornata di ieri sono crollati diversi record di temperatura registrati nel 2003.

Record di temperatura battuti a Verona +38°C, Parma +39°C, Torino +38°C. record di sempre di temperatura massima registrata per il mese di giugno anche a Piacenza, Modena, Vicenza e Padova.

Sulle alpi sono stati, invece, frantumati  i record di sempre. Valori così non sono mai stati registrati nella storia del monitoraggio climatico.

In Valle D’Aosta raggiunti i +40°C a 700 metri di quota, ma in generale toccati i +28/+35°C a 1500 metri di quota.

Plateau Rosà, 3800 metri di quota, +9°C, a Bardonecchia (1350 metri) +34°C, Aosta +40°C, Cervinia 2000 metri + 26°C, Cortina D’ampezzo 1270 metri + 31°C.

Città come Roma e Firenze hanno fatto stabilire un nuovo record di temperature massime registrate valido per il mese di giugno, rispettivamente con + 38°C Roma Urbe e + 39°C.

Lievemente più gradevole il clima in Appennino, quasi incredibile invece il valore raggiunto nella notte alla Piana di Pezza dove sono stati toccati i +1.5°C di temperatura minima. Dati AQ Caput Frigoris.

Ricordiamo che le piane appenniniche come Pezza, Campo Felice, Cinque Miglia e altre, riescono a far registrare delle temperature minime notevoli anche in estate grazie alla conformazione particolare del loro territorio.

Una conformazione Carsica-Glaciale, per un territorio chiuso in tutte le direzioni che permette di registrare valori notevolmente bassi non solo in inverno ma anche in estate.

Nel corso di un’ondata di caldo così eccezionale, sicuramente questa risulta una notizia.

Clicca QUI per vedere i dati delle stazioni meteorologiche.