News

Appennino, ancora freddo all’alba: Altopiano Cinque Miglia -7,4°C, Piani di Pezza -7,3°C, Campo Felice -6,2°C

Nuovo risveglio al freddo per il nostro Appennino: Altopiano Cinque Miglia -7,4°C, Piani di Pezza -7,3°C, Campo Felice -6,2°C.

PIANI DI PEZZA SCENDE A -7,3°c

Ennesimo risveglio con temperature molto fredde e inferiori allo zero su buona parte delle principali località dell’Appennino centrale. Ancora una volta è la marcata inversione termica a permettere ai valori termici di abbassarsi sensibilmente soprattutto durante le ore notturne, quando le ampie schiarite e la totale assenza di vento esalta, per l’appunto, il fenomeno dell’inversione. Anche questa mattina, così come succede ormai puntualmente da quasi una settimana, diversi settori hanno fatto registrare temperature minime estremamente basse, anche se sono in linea di massima le stesse zone di cui stiamo ormai parlando da svariati giorni.

L’Altopiano delle Cinque Miglia scende ancora fino a -7,4°C, confermandosi anche stamane l’area più fredda dell’intera dorsale. Segue Piani di Pezza, con -7,3°C, in lento ma costante calo rispetto agli ultimi giorni. Campo Felice si mantiene in generale stazionaria, attestandosi sui -6,2°C.

Piani di Pezza

Altri valori: Castel del Monte -6,2°C, Altopiano di Cascina -5,5°C, Rocca di Mezzo -3,8°C, Rocca di Mezzo (Terranera) -3,0°C, Pescasseroli -2,3°C, Pizzoli (loc. Cermone) -2,6°C, Santo Stefano di Sessanio -2,1°C.

Fonte dati AQ Caput Frigoris e Meteo Aquilano.

Nel corso dei prossimi giorni, come anticipato, l’alta pressione tenderà ad indebolirsi e permetterà ad una debole perturbazione di attraversare la nostra Penisola. Sabato, pertanto, sarà una giornata tutto sommato ventosa, nuvolosa e piovosa, da Nord a Sud. Domenica piogge al Sud, mentre migliora sul resto dello Stivale. All’inizio della successiva settimana nuovo peggioramento piuttosto intenso, per l’arrivo di un’altra perturbazione. In questa fase le temperature, pur mantenendosi complessivamente fresche, tenderanno ad aumentare nei valori minimi e non si toccheranno più, quindi, i picchi di questi ultimi giorni.