Acquedotto Traforo del Gran Sasso, la Strada dei Parchi: “Sospetti ridicoli sui lavori di manutenzione”

Acquedotto Traforo del Gran Sasso, la Strada dei Parchi assicura: "Sospetti ridicoli sui lavori di manutenzione, materiali autorizzati dalle ASL".

Nel corso degli ultimi giorni ci sono stati diversi dibattiti circa la non potabilità dell’acqua nelle province di Teramo e L’Aquila. Moltissimi residenti lamentavano infatti cattivi odori e sapori dell’acqua stessa, tant’è che in alcuni comuni sono state necessarie delle verifiche. Analisi svolte nelle ultime ore, tuttavia, hanno mostrato che l’acqua dell’acquedotto nel Traforo del Gran Sasso è assolutamente potabile e nella norma, facendo così rientrare l’allarme sia nel Teramano, sia nell’Aquilano. Queste, in merito, le dichiarazioni della Strada dei Parchi circa eventuali sospetti sui lavori di manutenzione:

“Da oltre dieci anni utilizziamo gli stessi materiali e le stesse modalità per riverniciare le strisce sull’asfalto sotto il Gran Sasso.

In oltre dieci anni non è mai emerso un problema, non solo perché i materiali che utilizziamo sono quelli autorizzati dalle stesse ASL, ma soprattutto perché le quantità di solventi contenute nelle vernici sono davvero infinitesimali.

strada-dei-parchi

Se non bastasse ciò a rendere infondata la possibilità che la nostra attività di manutenzione possa aver creato un qualche problema alla falda e all’acquedotto, ci pensano i fatti a dimostrare l’infondatezza del sospetto: basta considerare che sotto il manto stradale dove sono state fatte le strisce ci sono oltre 25 centimetri di catrame. Sotto ancora ci sono qualcosa come 30-70 centimetri di cemento armato che rendono ridicolo il solo pensare che ci possa essere un’ipotesi di filtraggio delle micro particelle di vernice con la falda.

Pertanto, le false notizie che stanno circolando da un alcune ore a questa parte sono frutto di un perverso gioco di scarico delle responsabilità e di errori di valutazione. False notizie imputabili forse ad una superficiale conoscenza dello stato dei luoghi e delle attività svolte da SDP nei due tunnel.”

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti