News

Turismo, dopo l’emergenza sanitaria boom di prenotazioni in montagna

Secondo le ultime proiezioni turistiche nelle aree montane questa estate le presenze potrebbero triplicarsi rispetto agli anni precedenti

Dopo le pesanti restrizioni prese dal Governo e dal Comitato tecnico scientifico per combattere l’emergenza sanitaria, a risentirne è stato sicuramente il turismo nazionale ed internazionale.

Infatti il problema, come si evidenzia da numeri e statistiche, è legato quasi ed esclusivamente a tutte quelle famiglie, che abituate di anno in anno a viaggiare anche all’estero quest’anno rimarranno in Italia.

Sebbene il mare è sempre una meta piuttosto ambita, secondo le ultime proiezioni inerenti al turismo questo potrebbe davvero essere l’anno della montagna.

Rifugio Sebastiani
Rifugio Sebastiani

Ad esempio, in Abruzzo, secondo quanto riferito dall’Assessore al Turismo Mauro Febbo, le presenze nelle strutture ricettive della regione, nelle aree montane, sembrerebbe siano attese triplicarsi o quadruplicarsi rispetto allo scorso anno.

Non è escluso che l’emergenza per alcune aree potrebbe addirittura essere  convertita in una possibilità, di rilancio, soprattutto per quei borghi che nel corso degli anni sono andati verso uno spopolamento generale