Abruzzo: ecco la Giornata Nazionale dell’Oasi. Possibilità di visitare i parchi gratuitamente

Domenica 21 Maggio ricorre la Giornata Nazionale dell'Oasi; l'Abruzzo è ancora una volta in prima fila. Ecco tutto il programma completo.

Domenica 21 Maggio ricorre la Giornata Nazionale dell’Oasi e, ancora una volta, è l’Abruzzo ad essere in prima fila! Si tratta di una straordinaria occasione per celebrare quella che è la biodiversità del nostro Paese, richissimo di ambienti e di specie naturali, oltre a un numero elevatissimo di fauna. Rammentiamo infatti che il nostro Paese è straordinariamente ricco di biodiversità; pensate, la sua fauna conta un numero pari a ben 58.000 specie, mentre sono presenti circa 8.100 specie di piante autoctone di cui 1.460 endemiche. Si tratta di valori che fanno dell’Italia intera il paese con il più alto numero di specie vegetali di tutto il vecchio Continente. Per la Regione Abruzzo sarà una vera e propria Festa della Natura, con decine e decine di eventi, laboratori, incontri divulgativi, escursioni, attività per bambini e tanti, tantissimi giochi.

L’evento, peraltro, coincide anche con la prima edizione della Giornata dedicata alla Rete Natura 2000 indetta pochi giorni fa dalla Commissione Europea e precede la Giornata Mondiale della Biodiversità – 22 maggio – celebrata dall’Onu per  mettere in risalto quella è l’importanza della difesa della ricchezza della vita sulla Terra. E sono proprio la bellezza e il valore della biodiversità, unite alla denuncia dell’enorme danno prodotto dalla sua perdita, che i due enti metteranno in evidenza in quella  occasione: basti pensare infatti che la Natura ogni giorno ci offre servizi essenziali e sconosciuti, come la depurazione delle acque da parte delle zone umide o l’assorbimento di carbonio da parte delle foreste, il ci valore economico è stimabile globalmente in circa 145 miliardi di dollari all’anno, senza contare tutto l’indotto prodotto dal turismo e le attività connesse.

Il programma completo su: www.wwf.it

giornata-oasi-800x445

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti