Gallery

Torna la neve in Appennino, paesaggi invernali

Sfoglia la Gallery

La perturbazione che sca scivolando verso le regioni meridionali ha riportato un pò di neve sull'Appennino centrale ma solo a quote alte, come da previsione.

Debole perturbazione porta un pò di neve in Appennino

E’ tornata un pò di neve alle quote più alte dell’Appennino centrale a causa del passaggio di una rapida, ma piuttosto intensa perturbazione che nelle prossime ore, progressivamente, scivolerà in direzione delle estreme regioni meridionali. Il calo delle temperature non è stato particolarmente importante, tant’è che le precipitazioni nevose hanno riguardo solo i settori montuosi più alti, in generale quindi al di sopra dei 1500-1600 metri, come da previsione.

Imbiancate località come Ovindoli, Campo Felice e Campo Imperatore su tutti, ma è nevicato anche sui rilievi del basso Lazio, in particolar modo a Campo Staffi e a Campocatino. Anche in questo caso stiamo tuttavia parlando di limiti ben superiori ai 1500-1600 metri, come da copione. Precipitazioni, peraltro, particolarmente esigue tant’è che l’accumulo non supera, se non in casi isolati, i 5-7 cm. Paesaggio che comunque è tornato a presentarsi quanto meno più invernale, dopo la mitezza quasi estrema dei giorni scorsi.

Evoluzione prossimi giorni: prevalenza di bel tempo grazie ad un nuovo rinforzo dell’alta pressione, con temperature in forte aumento e previste ben superiori alla media un pò in tutta l’Italia. Bel tempo che si protrarrà almeno fino alla giornata di martedì 18, prima di un nuovo peggioramento nel corso del prossimo weekend. Ne riparleremo.