Condizione Neve

Rischio valanghe marcato su Appennino Emiliano e Appennino centrale Laziale

Il Servizio nazionale di Previsione delle Valanghe Meteomont ha elaborato il bollettino per la giornata di sabato 12 dicembre.

Nei giorni scorsi abbondanti nevicate si sono verificate sull’Appennino settentrionale e su quello centrale. Al suolo si sono accumulati nelle aree dell’Appennino Romagnolo e Laziale più di 80 cm di neve fresca.

Le abbondanti nevicate su un suolo ancora caldo o sulla neve vecchia e ghiacciata, seguite da un lieve rialzo delle temperature passata la perturbazione ha fatto si che il rischio valanghe venisse elevato a marcato sui seguenti settori.

MARCATO – 3

Appennino Emiliano Centrale, Appennino Emiliano occidentale e Appennino Laziale Monte Terminillo, altrove il livello è due.

Questa la dicitura utilizzata dal servizio valanghe per descrivere nel dettaglio lo stato del pericolo in questi settori prima enunciati.

– Croste da fusione e rigelo portanti e non portanti alternate a strati di neve a debole coesione su strati moderatamente consolidati. Il manto nevoso è in generale moderatamente consolidato su molti pendii. LOCALMENTE PRESTARE PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA POSSIBILE PRESENZA DI ZONE GHIACCIATE.

Nelle prossime ore è attesa oltretutto una nuova fase di maltempo con delle nevicate che interesseranno nuovamente l’Appennino centrale, mentre nevica dalle prime ore del mattino sull’Appennino Romagnolo occidentale dove gli accumuli al suolo saranno destinati ad aumentare.

Raccomandiamo la massima attenzione soprattutto a chi pratica lo sci di alpinismo e a chi uscirà. in escursione nelle prossime ore.