Condizione Neve

Appennino: alto il pericolo valanghe sull’Appennino centro-meridionale

Bollettino valanghe: molto forte il rischio sulla Maiella e l'Alto Sangro, tra il marcato e forte sull'Appennino Molisano

La neve continua a cadere copiosa in Appennino, e il vento continua a spazzare molto forte sui massicci più alti. METEOMONT, il servizio nazionale di previsione Neve e Valanghe ci informa che è aumentato in questi giorni il pericolo valanghe su tutto l’Appennino centro-meridionale.

Su una scala compresa tra 1-5, il pericolo va da 2-4. Il grado due è un pericolo moderato, e segnalato sulle aree del Terminillo, del Gran Sasso e della Laga.

val

Il pericolo più consistente è invece presente sulla Maiella dove è segnalato un grado di pericolo corrispondente a quattro, dunque molto forte e sull’Appennino Molisano dove il pericolo è tra il grado tre/quattro dove risulta dunque tra il marcato e forte.

val2

Strati di neve asciutta a debole coesione su strati debolmente consolidati e croste da vento inglobate. Il manto nevoso è debolmente consolidato e per lo più instabile su tutti i pendii ripidi. Il centro settore è stato interessato da forti precipitazioni nevose, soprattutto sul massiccio della Maiella e l’alto Sangro dove il pericolo è FORTE 4. L’intensa attività eolica ha favorito la formazione di importanti accumuli e cornici.

Sono dunque sconsigliate e assolutamente da evitare le attività escursionisti che al di fuori delle piste battute e segnalate.

Risulta moderato il pericolo valanghe anche sull’Appennino meridionale, in particolare sull’Appennino Lucano, Campano e Calabrese dove viene segnalata neve fresca asciutta a debole coesione su strade moderatamente consolidati. Il manto nevoso risulta moderatamente consolidato su tutti i pendii più ripidi.

por

In allegato cliccando QUI, puoi scaricale il bollettino completo in PDF a cura di www.meteomont.org.